Hosting gratuito e dominio gratis offerti da HostingGratis.it

aversa francescana

sito di ispirazione francescana

(1104-1108) Roberto I "Il Mediatore"

Da diversi storici non viene menzionato il Vescovo Roberto, tanto che qualcuno ha affermato che costui passerebbe ignorato.

Vi è una data storica, però, che menziona la nomina a Vescovo di Roberto, avvenuta sotto il pontificato di Pasquale II.
Certo, non si conosce né l'origine né l'operato di Roberto I, ma non dimentichiamo i dissensi ed i soprusi che pullularono durante gli anni del suo predecessore, nonché le vendette dell'uomo, che non risparmiava uomini e cose.

La guida pastorale del Roberto servì sicuramente a calmare gli animi, divisi dalle contese, ed a sopire tante polemiche tra il clero diocesano e quello religioso.

Inoltre, il suo operato fu molto utile per sanare i rapporti Chiesa-Stato nell'ambito regionale, che ebbero, anche dopo, una certa ridondanza in un vasto spazio.

E' certo che all'epoca del Vescovo Roberto, Riccardo II, conte di Aversa, confermò alla Diocesi, nel 1095, tutto ciò che era stato concesso dal primo conte Rainulfo e dai suoi successori (ciò lo si ricava dalla Platea della Mensa Vescovile).
E' anche riferito che al tempo di questo Vescovo fosse stata completata la primitiva Cattedrale (essendo oggi modificata), grazie anche all'aiuto di Riccardo II (non abbiamo a riguardo, però, dei documenti precisi).

Certo è, invece, che tutte le parrocchie dell'epoca ebbero in dono, dal principe Roberto di Capua, diversi fondi, come testimonia un documento del 1227, riportato dalla Platea della Mensa Vescovile.
Non fu invano, allora, la vita spesa da Roberto per la Diocesi aversana, poiché la sua mediazione procurò sostentamento al clero ed aiuto a tanti poveri.

Morendo, il Vescovo poté ripetere: "non ho lavorato invano" .

 Torna all'elenco dei vescovi 

Realizzato da Ciro Stabile 

No Copyright 2014 Sito web: www.aversafrancescana.it

Si autorizza alla pubblica diffusione